Crepuscolo

Crepuscolo di Innocente FoglioLa copertina di questa raccolta è un omaggio al pittore bagosso Lino Scalvini.

 

Qui il poeta e la sua poesia, ormai antica amica e confortatrice è il tramite attraverso cui di ventiquattro ore in ventiquattro, il crepuscolo gli si annuncia – accada quel che deve accadere – tinto di rosa, ha detto bene, esibendo questa certificazione di speranza, Angelo Franceschetti, annunciando questa nuova fatica letteraria.

 

Biondo con occhi azzurri di non autentica serenità, Foglio non è fra coloro ( pochi peraltro) che l’esistenza l’hanno ricevuta con il conforto di mano amica. La malattia prima, poi la solitudine di un collegio: stimmate che si porta appresso – dentro l’anima – e che lo hanno fatto come è : un poeta.

 

Un poeta e un uomo che non si arrende: Un’altra alba è sempre concessa al poeta cui non è precluso il sogno, nostro dono supremo.